La segreteria

la_compagnia_dellanello

Il Presidente

 

IMGP9040

RICCARDO GALETTI – Nato a Cantù (CO) nel 1988, quando Gianni de Michelis era Vice-Presidente del Consiglio e Giulio Andreotti dirigeva la Farnesina. Era inevitabile la passione per la politica internazionale. Durante gli studi accademici e dopo la Laurea Specialistica in Relazioni Internazionali, conseguita presso l’Università degli Studi di Milano, vive tra Italia, Spagna, Brasile ed Israele. Nel 2014 torna stabilmente a Milano, dove si occupa di mercati esteri per un istituto bancario italiano. E’ iscritto alla Federazione dei Giovani Socialisti dal 2008. Dopo aver lavorato per diversi anni nel Dipartimento Esteri della FGS, prima come Responsabile America Latina e poi come Responsabile IUSY, viene nominato nel 2015 nella Segreteria Nazionale, con la carica di Responsabile Esteri. Dal 2015 è Bureau Member di YES, Young European Socialists. Nel 2016 è stato eletto nella Commissione Esteri del Forum Nazionale dei Giovani. Dal 2018 è stato eletto, all’ottavo Congresso Nazionale di Roma, Presidente della Federazione dei Giovani Socialisti.

Il Vicesegretario

13873186_10210076298167785_76848256785063360_n

ALESSANDRO MUNELLI – Romano, classe 1990. Inizia la sua avventura nella Fgs a sedici anni, durante gli anni del liceo. Laureato in Scienze Politiche si specializza in Studi Strategici e Cooperazione Internazionale. Da sempre legato alla realtà associativa della Capitale, è delegato della Fgs preso il Forum Nazionale Giovani. Già Segretario della Fgs di Roma, nel 2014 entra in Segreteria Nazionale come Responsabile dell’Organizzazione. Dal 2018 è stato eletto, all’ottavo Congresso Nazionale di Roma, Vicesegretario della Federazione dei Giovani Socialisti.

 

Il Responsabile Organizzazione e Comunicazione

IMG-20181122-WA0027

CAMILLO BOSCO – attivista di lungo corso, è docente presso l’Accademia di Palermo. Autore dell’attuale logo Fgs e della grafica delle ultime due mozioni per la segreteria eletta, vive tra la Sicilia e il Piemonte come un altro famoso barbuto, anche se manca nel suo guardaroba una singola camicia rossa. Per la Federazione ha cura dell’Ordine a tutti i livelli e delle modalità espressive delle campagne nazionali.

 

Il Responsabile Associazionismo

IMG_5153NICCOLO’ MUSMECI – Nato il 2 ottobre del 1996 si interessa alla politica in modo attivo a sedici anni come militante del PSI e parallelamente pubblicando articoli sull’Avanti!. “Alla festa dell’Avanti! di Carrara ho conosciuto i pazzi della FGS, che mi provocarono parallelamente sentimenti di ammirazione e timore reverenziale”. Segretario della FGS Firenze dal 2015 al 2018, presiede la segreteria regionale della Toscana e il compito affidatogli nella Segreteria Nazionale. “Sono attratto dal mondo del misticismo e dalle varie religioni, e perciò mi sento parte della visione socialista di Schirò e Prampolini. Ho piacere nelle arti, nella filosofia, nella conoscenza e nel mio essere un “maledetto toscano”, ma non disdegno il piacere del fumo lento, dei buoni alcolici e delle care amicizie”.

Il Responsabile Ambiente e Questione Energetica

Daniele_Cocca
DANIELE COCCA – classe 1989, di Orsara di Puglia (FG), si divide tra Roma e l’estero. Laureato in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio presso l’Università

La Sapienza di Roma, lavora prevalentemente all’estero per un’azienda privata di gestione dei rifiuti. Membro del Working Group sulle discariche di ISWA (International Solid Waste Association) e referente aziendale presso la WBA (World Biogas Association), progettista capo e responsabile dell’attività di business development dell’azienda, relatore in numerose conferenze internazionali, si avvicina all’attività politica già dai tempi delle scuole superiori divenendo Rappresentante d’istituto presso il Liceo “Volta” di Foggia e successivamente dapprima commissario e poi Segretario provinciale della Fgs di Foggia. Dal 2018 membro della Segreteria Nazionale della FGS.

Il Responsabile Diritti Civili, Politiche Sociali e Sport

FB_IMG_1542729170177VITTORIO CICALESE – 28 anni, di cui la metà trascorsi tra le fila della Federazione dei Giovani Socialisti. Da sempre attivo sui temi del sociale e dello sport, nodo impossibile da slegare in una società che vive il perenne disagio dell’esclusione da ogni contesto societario (per scelta propria o, peggio ancora, per scelta di altri, o ancora per motivi economici): da questo punto di vista i 15 anni di esperienza rugbistica sono sicuramente un supporto fondamentale. Impegnato attivamente nell’associazionismo a più livelli, pseudo-musicista e pseudo-cantante (lirico e leggero), interessato al mondo del giornalismo e, soprattutto, della politica attiva. Partendo dai territori, dalle piccole realtà che necessitano di attenzione e supporto per poter crescere e creare a propria volta opportunità di crescita per tanti altri.

Il Responsabile Socialismo Municipale

foto mezzobusto

DANIELE RIGGI – Nato nel 1991 a Frosinone, appartiene a quella generazione che viene definita dei “precari”, dei “senza futuro”, insomma quella dei “bamboccioni”. Per non rassegnarsi a dover accettare queste etichette ha scelto di impegnarsi in politica, perché è con la politica che si risolvono i problemi. Nel giugno del 2017 è stato eletto al consiglio comunale della città di Frosinone con 171 preferenze, diventando il più giovane consigliere comunale della città di Frosinone. E’ iscritto ai Giovani Socialisti dal maggio del 2012

Il Responsabile Istruzione e Rappresentanza Studentesca

image1

ALBERTO CARUSO – Nato a Cosenza nel 1991, è socialista dacché ha memoria.Studente di giurisprudenza all’università Magna Graecia di Catanzaro, è attivo da tempo all’interno della vita politica dell’ateneo.Iscrittosi contemporaneamente al PSI e alla FGS, è al sui primo incarico di segreteria.

Il Responsabile Questioni di Teoria Socialista

IMG_20181119_150131

AMEDEO RONCATO – Nato nel profondo veneto trent’anni fa, attualmente sta conseguendo il dottorato in filosofia tra Venezia e Tolosa. Durante il suo percorso di studi, dato l’approfondimento dei filosofi meno battuti della tradizione risorgimentale e neoidealistica italiana, ha cominciato a sentire l’esigenza di uscire dall’accademia, accogliendo, nel suo piccolo, la grande lezione dei pensatori a lui cari, che da sempre hanno accompagnato l’impegno filosofico a quello politico. Per questo qualche anno fa abbraccia la causa socialista cominciando a fare attivamente politica, convinto che per far ripartire la sinistra italiana se ne debbano continuamente discutere le radici storiche e le linee teoriche fondamentali.